Cerca
  • Hangar74

Discalculia: alcuni strumenti



La discalculia è un disturbo specifico dell’apprendimento che causa difficoltà (anche gravi) nell’apprendimento dei numeri e del calcolo.

La diffusione stimata per la discalculia è pari a quella della dislessia, inoltre, nel percorso di studi e di carriera lavorativa, possedere capacità matematiche scadenti rappresenta uno svantaggio maggiore rispetto ad avere mediocri capacità alfabetiche (Bynner e Parson 1997). Nonostante ciò, sulla prima si sono effettuate molte meno ricerche che sulla seconda.

Sulla base delle evidenze scientifiche fin ora rilevate, la Consensus Conference italiana nel 2007 ha proposto di distinguere due profili dei soggetti con discalculia evolutiva:


1. Con fragilità nelle componenti di cognizione numerica, denominata anche cecità ai numeri, nella quale è compromessa l’intelligenza numerica : subitizing (riconoscimento immediato di piccole quantità), meccanismi di quantificazione, comparazione, seriazione, strategie di calcolo mentale;

2. Con carenze nell’acquisizione delle procedure esecutive: lettura, scrittura, messa in colonna dei numeri, recupero dei fatti numerici e degli algoritmi di calcolo.


In questo articolo vi presento alcuni strumenti che utilizziamo in Hangar74 per potenziare (e/o compensare) la cognizione numerica deficitaria nei soggetti con profilo 1.


a. Regoli: i regoli Cuisenaire (o regoli in colore) risultano astratti per la maggior parte dei bambini e ragazzi con profilo 1 che mantengono un concetto del numero basato sulle unità e faticano a visualizzare i numeri e la loro struttura.

Nel nostro studio abbiamo creato i nostri speciali Regoli Hangariani:


Rispetto ai classici regoli in colore essi hanno l’enorme vantaggio di rendere esplicita la struttura del numero, questo permette di:

· Gettare le basi per un ragionamento su come numeri piú grandi siano gruppi di unità (es. il regolo da 10 è composto da 10 unità ma è anche un unico blocco che da solo vale 10)

· Rendere concreto il contare per blocchi diversi dall’unità (es. di 2 in 2, 3 in 3, 4 in 4, …)

· Rendere molto piú evidente il significato di tutte le operazioni (anche e soprattutto moltiplicazione e divisione) e alcuni processi di calcolo (es. quanto manca per arrivare a….)

b. Catena del 10:


Questa catena permette di lavorare in concreto sui numeri da 0 a 10 chiarendone la struttura del 5. Ottimo anche per il potenziamento di un subitizing fragile.


c. Catena del 100:

Immagine tratta da "Didattica per la discalculia" di Brian Butterworth e Dorian Yeo - Collana "I Materiali" - Ed. Erickson

Questa catena viene realizzata alternando sequenze di 10 perline di 2 colori diversi. Questa catena permette di lavorare in concreto sui numeri da 0 a 100 chiarendone la struttura del 10, questo la rende molto utile anche per lavorare sui concetti di unità, decine e centinaia.

126 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti